Fettuccine vegane ai peperoni

fettuccine vegane ai peperoni

Queste fettuccine vegane ai peperoni sono perfette per festeggiare il San Patrick’s day! Sono anche il nostro primo tentativo con la cucina vegana, a noi del tutto sconosciuta.

L’occasione è giunta grazie alla collaborazione con la Microlife, azienda produttrice di spirulina. La spirulina è un’alga dall’alto contenuto proteico; è molto indicata in diete povere di proteine, come quella vegetariana e vegana, o in casi in cui ne serva un maggiore apporto, come nel caso degli sportivi. È ricca di tutte le vitamine del gruppo B, acidi grassi essenziali e omega 3, betacarotene, vitamina E, sali minerali quali ferro, calcio, potassio.

fettuccine vegane ai peperoni

La Microlife, oltre a produrre spirulina al 100%, ha un’ampia gamma di prodotti alimentari: dalla pasta, ai biscotti, a crackers e grissini, fino ai succhi e alle barrette energetiche ideati appositamente per gli sportivi. Noi abbiamo provato per voi le loro fettuccine.

 

Fettuccine vegane ai peperoni

Piatto Main Dish
Cucina Italian
Preparazione 20 minuti
Cottura 40 minuti
Tempo totale 1 ora
Porzioni 4 porzioni

Ingredienti

  • 400 g fettuccine alla spirulina Microlife
  • 2 peperoni rossi grandi
  • 1 confezione di panna di soia
  • sale
  • 10 g semi di sesamo
  • 10 g pistacchi

Istruzioni

  1. Lavate i peperoni rossi, tagliateli a metà, privateli dei gambi, dei semi e delle parti bianche.
  2. Ponete i peperoni in una teglia da forno rivestita con abbondante carta argentata con la pelle verso l’alto, e cuoceteli in forno statico per 35 minuti circa a 200°C.
  3. Una volta ben cotti, estraeteli dal forno e sigillateli dentro la carta argentata in modo che il vapore acqueo rimanga all’interno. In questo modo, una volta freddi, è molto più facile spellarli.
  4. Preparate il gomasio tostando i semi di sesamo in padella finché non sentite che sprigionano un profumo caratteristico. Trasferiteli in un mortaio insieme ad 1 g di sale fino e riduceteli in polvere.
  5. Prendete i pistacchi e, se sono provvisti della cuticola marrone, sbollentateli per 1 minuto in acqua calda, così da eliminarla. Riducete anch’essi in granella nel mortaio e poi addizionate di gomasio q.b. Otterrete così un grana vegan.
  6. Frullate le falde di peperone prive della pelle con panna di soia q.b. e un pizzico di sale.
  7. Portate a bollore una pentola di acqua salata e cuocete la pasta.
  8. Condite la pasta con la crema di peperoni e servite con abbondante grana ai pistacchi.

6 Comments

  • Erica Di Paolo ha detto:

    Ottima contestualizzazione. Vorrei solo precisare che le diete vegane e vegetariane sono povere di proteine solo nel pensiero comune: i legumi hanno un importantissimo apporto proteico, talvolta in quantità superiore alla carne. Integrando con frutta secca (i pistacchi qui ci stanno divinamente ^_^), le alghe (esempio ne è la spirulina) e "cereali" (tra cui i non cereali come la quinoa) il risultato è sorprendente. Ottimo piatto, lo assaggerei volentieri. Grazie per averci fatto conoscere questa azienda e questi prodotti.

  • edvige ha detto:

    Sono contenta che altri entrino non tanto nel mondo vegano perchè non è solo per i vegani conoscera la spirulina che io conosco molto bene e uso come integratore puro da anni e tra le altre cose è un valido aiuto a chi soffre di psoriasi (io ne ho un pò sul gomito). Vedo dal sito che la pasta può contenere tracce di lattosio, pesce e frutti di mare che non vanno molto d'accordo con i vegani ma essendo solo tracce….
    Buona festa San Patrizio ciaooo.

  • Ciao Care.
    Come state????
    Buonissima questa pasta!!!! Brave.
    Un abbraccio.
    Thais

  • sississima ha detto:

    io non conosco affatto il mondo vegano ma queste fettuccine hanno proprio un aspetto appetitoso, un abbraccio SILVIA

  • Sara Drilli ha detto:

    ……..come Silvia… ! 😀
    Io ho appena scritto di carne scozzese ma le fettuccine hanno sempre un loro fascino 🙂
    un abbraccio ragazze!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.