Temperaggio del cioccolato

temperaggio del cioccolato

Con questo post sul temperaggio del cioccolato vogliamo aprire la rubrica della settimana che sta per iniziare, dedicata ai regali natalizi. Siamo molto in ritardo, lo sappiamo!

Gli anni scorsi l’8 dicembre eravamo già alle prese con i cioccolatini che da almeno un decennio regaliamo per Natale, sporche fino ai gomiti di cioccolata dei più svariati tipi.

Quest’anno, un po’ per stare dietro al blog, un po’ per partecipare a vari interessanti contest, un po’ per cause contingenti, siamo in ritardassimo. Ma grazie alla nostra tenacia ce la faremo. Promesso!

Nella sezione Cioccolatini del nostro sito troverete tantissime ricette di cioccolatini fai da te perfetti come idee regalo per NataleSe non avete stampi o attrezzature vi consigliamo di provare a fare i Bacetti alle nocciole (meglio dei baci Perugina), i Baci bianchi e i Cioccolatini al cocco.

Se invece volete cimentarvi con tecniche più complicate e possedete qualche stampo in silicone o in materiale plastico, allora non perdetevi i Cioccolatini fondenti alla ciliegia, i Cioccolatini al cioccolato bianco e pistacchi, oppure i Cremini. Tra gli articoli potete trovare anche la Videoricetta dei mendiant e la Videoricetta dei bacetti.

Il temperaggio del cioccolato, in ogni caso, è un passaggio fondamentale per ottenere un guscio bello lucido e croccante, come quello dei cioccolatini di pasticceria. Imparate insieme a noi come fare!

Tempo di preparazione: 10 minuti
Difficoltà: media
 
Ingredienti
  • cioccolato fondente, al latte o bianco
Strumentazione necessaria
  • una casseruola
  • un pentolino per il bagnomaria o una bacinella di vetro
  • un termometro da cucina

Per prima cosa è necessario sminuzzare il più possibile il cioccolato, così da rendere più rapida e migliore la sua fusione. In alternativa potete usare anche le gocce di cioccolato.

Mettete metà del cioccolato dentro il pentolino o la bacinella, che verranno posti a bagnomaria sopra la casseruola contenente l’acqua bollente. Fate attenzione che il pentolino o la bacinella non siano a contatto con il fondo della casseruola.

Fate sciogliere il cioccolato a fuoco medio, e controllate la temperatura con il termometro: per il cioccolato fondente non deve superare i 50-55°, per quello al latte i 45° e per quello bianco i 40°.

A questo punto togliete il bagnomaria dalla casseruola e aggiungete il rimanente cioccolato sminuzzato. Aspettate che si sciolga e che il cioccolato si raffreddi, raggiungendo i 27° per il cioccolato fondente e i 26° per quello al latte o bianco.

Rimettete il bagnomaria sulla casseruola e riscaldate finché i vari cioccolati non avranno raggiunto rispettivamente 30-33° e 29-30°.

Il cioccolato è pronto per le vostre coperture.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.