Colomba con lievito di birra

by staffettaincucina
colomba con lievito di birra

 

La colomba con lievito di birra è la nostra versione della classica colomba pasquale. E di certo non può mancare sulle tavole il giorno di Pasqua. Questo procedimento è perfetto per tutti quelli che non possiedono la pasta madre. Noi, per esempio, anche se siamo dei grandi panificatori e ci piacciono i grandi lievitati, non ce l’abbiamo. E ci dobbiamo accontentare del lievito di birra.

colomba con lievito di birra

 

La ricetta è quella di Viva la focaccia, una vera garanzia per tutti i lievitati, e che ha fatto anche una videoricetta con il passo passo. Noi abbiamo fatto qualche ritocco riguardante le dosi di farina, ma questo può dipendere dal tipo di farina che usate.

colomba con lievito di birra

 

La colomba fatta in casa dà grandi soddisfazioni, è buonissima e non è particolarmente difficile. Per poter fare la colomba con lievito di birra dovete possedere un’impastatrice potente e dovete assolutamente rispettare i tempi di lievitazione. Questo vale in particolar modo per l’ultima lievitazione, rischio il collasso della colomba!

colomba con lievito di birra

 

Se siete in cerca di ispirazioni, vi proponiamo il nostro menù per il pranzo di Pasqua: Tartellette ai pomodori confit, Farotto agli asparagi, Capretto al forno, e ovviamente la colomba con lievito di birra.

 

colomba con lievito di birra

Colomba

La colomba con lievito di birra è perfetta per chi voglia preparare in casa il tipico dolce pasquale, ma non ha la pasta madre. La ricetta è semplicissima
Preparazione 2 min
Cottura 50 min
Tempo totale 57 min
Portata Gelati
Cucina Italiana

Ingredienti
  

Primo impasto

  • 40 g farina Manitoba
  • 40 g latte
  • 20 g lievito di birra

Secondo impasto

  • 100 g farina Manitoba
  • 130 g acqua tiepida

Terzo impasto

  • 100 g farina Manitoba
  • 30 g burro
  • 20 g zucchero

Quarto impasto

  • 210 g farina Manitoba
  • 2 uova
  • 130 g burro
  • 150 g scorza d’arancia candita
  • 120 g zucchero
  • 5 g sale fino
  • scorza grattugiata di 1 arancia e di 1 limone (entrambi bio)

Glassa

  • 60 g farina di mandorle
  • 100 g zucchero semolato
  • 2 gocce aroma di mandorla amara
  • 2 albumi

Finitura

  • mandorle a volontà
  • granella di zucchero
  • zucchero a velo

Istruzioni
 

Primo impasto

  • Sciogliete il lievito nel latte tiepido poi aggiungete 40 g di farina. Impastate per pochi minuti, anche solo con una spatola.
  • Coprite e lasciate lievitare per 20 minuti in un luogo tiepido (per esempio nel forno spento con la luce accesa per tenere una temperatura di circa 30°)

Secondo impasto

  • Sciogliete il primo impasto in 130 g di acqua tiepida poi aggiungete 100 g di farina. Impastate anche a mano per pochi minuti.
  • Coprite e fate lievitare per 40 minuti di nuovo nel forno tiepido.

Terzo impasto

  • Usando l’impastatrice, prendete il secondo impasto e aggiungete 20 g di zucchero, poi aggiungete a poco a poco 100 g di farina (noi abbiamo aggiunto ancora un cucchiaio perché l’impasto ci sembrava troppo morbido).
  • Quando la farina e lo zucchero sono assorbiti, aggiungete poco alla volta 20 g di burro a pezzettini tenuto a temperatura ambiente.
  • Impastate fino a quando l’impasto incorda bene e la pasta si stacca dalla ciotola (in totale circa 20 minuti).
  • Coprite e fate lievitare in luogo tiepido per 60 minuti (noi stavamo pranzando e l’abbiamo lasciata una mezz’ora in più).

Quarto impasto

  • Al terzo impasto aggiungete 120 g di zucchero e impastate. Aggiungete 210 g di farina e poi le uova una alla volta.
  • Poi aggiungete il sale, la vanillina e la buccia grattugiata dell’arancia e del limone.
  • All’inizio l’impasto sembrerà un disastro, ma non demoralizzatevi e impastate fino a quando le uova saranno assorbite.
  • A questo punto aggiungete poco alla volta 80 g di burro a pezzettini a temperatura ambiente e continuate a impastare fino a che la pasta si stacca dalla ciotola (eventualmente aggiungete un altro cucchiaio di farina) e risulta molto raffinata ed elastica.
  • L’impasto fino a questo punto dovrebbe richiedere circa 40 minuti.
  • Aggiungete la scorza di arancia candita e impastate per qualche minuto a bassa velocità per evitare che i canditi si rovinino.
  • Coprite e lasciate lievitare fino a che l’impasto non raddoppia di volume (dai 75 ai 120 minuti) a seconda della temperatura.
    colomba con lievito di birra

Formatura colomba

  • Rovesciate la pasta sul tavolo di lavoro e schiacciatela per sgonfiarla. Dividetela in due pezzi, di cui il primo (il corpo) deve essere un po’ più grosso della metà. Poi dividete la parte restante in due parti uguali (le ali).
  • Al primo pezzo (cioè il corpo) date un paio di pieghe e poi arrotolatela. Cercate di fare la pancia della colomba più grossa della coda e della testa.
  • Fate le pieghe anche alle ali.
  • Disponete il tutto in uno stampo da colomba da 1 kg. Mettete a lievitare nel solito forno spento con la luce accesa ed un pentolino di acqua bollente per tenere l’ambiente umido ed evitare che si formi la crosta.
  • Lasciate lievitare per circa 60 minuti (dovrebbe quasi raddoppiare di nuovo).
    colomba con lievito di birra

Glassatura

  • Mescolate la farina di mandorle con le gocce di aroma mandorla amara, lo zucchero e l’albume. Montate con un frullino. La glassa deve risultare piuttosto cremosa. Se è troppo liquida, aggiungete un po’ di zucchero.
  • Usando una sac a poche distribuite uniformemente la glassa su tutta la superficie della colomba in modo assai delicato per evitare che la colomba si sgonfi.
  • Aggiungete le mandorle, cospargete la superficie di zucchero in granella e spolverate abbondantemente di zucchero a velo.

Cottura

  • Cuocete a 160°-170° per 45-50 minuti. Durante i primi 20 minuti di cottura aprite la porta del forno per pochi secondi ogni 5 minuti per fare uscire il vapore.
  • Dopo 20-25 minuti mettete un foglio di carta stagnola sulla colomba e poi quando mancano 10 minuti alla fine toglietelo.
  • Lasciate raffreddare fino al giorno dopo.

Note

Questa è un’ottima alternativa alla classica ricetta della colomba che prevede che l’impasto sia fatto con il lievito madre.

L’unica accortezza è che facendola con il lievito di birra non si mantiene a lungo. Perciò fatela pochissimi giorni prima di Pasqua!

 

 

You may also like

13 comments

giulia 30 Marzo 2013 - 8:59

vi è venuta una meraviglia!! giuro, l'anno prossimo provo questa versione!! anzi l'anno prossimo magari proviamo a farne una insieme 😀 un bacione e buonissima Pasqua a entrambe!!

Reply
staffettaincucina 30 Marzo 2013 - 9:03

E' una splendida idea! Però non dobbiamo per forza aspettare un anno 😉
Bacioni a te e famiglia

Reply
Fiocchi di neve e foglie di tè 30 Marzo 2013 - 12:38

Ma è fantastica!! Anch'io la voglio fare da un'eternità, ma non mi decido mai…. non lo so, forse sono i quattro impasti che mi spaventano un po'..
Però prima o poi mi lancerò anch'io in questo esperimento, anche perchè il vostro risultato è fenomenale (e sto rosicando!!)
Ciao, buona Pasqua a tutte!:)

Reply
m4ry 30 Marzo 2013 - 13:55

Buona Pasqua a voi..e davvero complimenti per il risultato strepitoso ! Questa colomba è meravigliosa ! Vi abbraccio 🙂

Reply
sississima 30 Marzo 2013 - 16:21

è bellissima, complimenti, buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

Reply
fabiana 30 Marzo 2013 - 19:30

mamma mia che meraviglia!!!auguroni di una serena pasqua!!

Reply
sabina 30 Marzo 2013 - 20:55

carissime donne, avete fatto anche la colomba, bravissime
Buona Pasqua
un bacione con tanto affetto
sabina

Reply
Luisa 31 Marzo 2013 - 6:02

Ma che brave tutte co ste colombe! Segno pure la tua versione
Tanti auguri per una serena Pasqua!
Baci

Reply
Donatella Clementi 31 Marzo 2013 - 23:21

Tanti auguri di Buona e Serena Pasqua e Pasquetta, un baciooo ^^

Reply
Artù 1 Aprile 2013 - 19:59

questa ricetta è davvero da 10 e lode, la pazienza per la realizzazione dei lievitati dolci non è cosa da tutti!!! siete davvero fantastiche amiche mie!!!

ps. ed anche la pasqua è passata!!

Reply
veronica 2 Aprile 2013 - 6:16

ma è perfetta la glassatura poi….uhmm io non ci riesco mai a farla cosi complimentissimi spero che abbiate trascorso una serena pasqua

Reply
Karina Cosm 2 Aprile 2013 - 16:56

Ciao cara complimenti hai un blog ricco e interessante!
Nuova follower… ti aspetto da me…

http://assaggi-incucina.blogspot.it/

Reply
Buccia 3 Aprile 2013 - 8:20

vi è venuta benissimo *_*
io ho fatto un tentativo l'anno scorso, miseramente fallito 🙁
mi sa che certe cose, senza impastatrice, è un po' troppo arduo farle, sigh!

Reply

Leave a Comment

Valutazione ricetta




Questo sito usa i coockie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Speriamo tu sia d'accordo, ma puoi rifiutare o approfondire l'argomento. Accetto Approfondisco

Privacy & Cookies Policy