Sarde a beccafico

by staffettaincucina
sarde a beccafico

Le sarde a beccafico sono una ricetta tipica siciliana che abbiamo scoperto guardando le puntate del Commissario Montalbano. Ne siamo sempre state incuriosite, e quando abbiamo trovato in pescheria delle belle sarde già pulite abbiamo deciso di provarci.

Per preparare le sarde a beccafico servono le sarde a filetti, ma ancora con la coda. Questo perché il nome di questo piatto è dovuto al fatto che assomiglino alla coda del beccafico, un uccello che veniva servito ripieno sulla tavola dei nobili. Non potendosi permettere questo uccello pregiato, il popolo creò la sua versione a basso costo con ingredienti umili. Quindi le sarde a beccafico sono un piatto di origine popolare.

La nostra ricetta si rifà alla tradizione palermitana delle sarde a beccafico, con uvetta, pinoli, pane raffermo, anche se non è sicuramente la ricetta tradizionale. Esistono anche la versione catanese e messinese, con delle varianti negli ingredienti della farcia.

Questa ricetta ve la presentiamo nella nostra sezione Secondi, ma viene frequentemente utilizzata anche come antipasto rinforzato in occasione di pranzi importanti. Se vi interessano i secondi di pesce, vi consigliamo anche i Gamberi saltati con verdurine (un po’ Japan-style), il Filetto di salmone in scrigno di patate, oppure lo Sgombro in simil saor.

 

Sarde a beccafico

Preparazione 20 min
Cottura 10 min
Tempo totale 30 min
Portata Secondi
Cucina Italiana
Porzioni 4 porzioni

Ingredienti
  

  • 600 g di sarde già pulite ma con le codine
  • 4 filetti di acciughe
  • 100 g mollica di pane
  • 30 g uvetta sultanina
  • 30 g pinoli
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cucchiaio pecorino
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • 1 cucchiaio zucchero
  • prezzemolo
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • foglie di alloro

Istruzioni
 

  • Scaldate l’olio e soffriggete lo spicchio d’aglio, poi sciogliete i filetti d’acciuga. Eliminate l’aglio e aggiungete la mollica di pane, precedentemente passata al mixer, e abbrustolitela leggermente.
  • Togliete dal fuoco e aggiungete l’uvetta (prima ammollata nell’acqua), i pinoli, il prezzemolo, il pecorino, la buccia grattugiata di arancia e limone.
  • Spremete il succo degli agrumi e scioglietevi il cucchiaio di zucchero. Aggiungete metà dello sciroppo all’impasto, pepate e aggiustate di sale.
  • Prendete le sarde già pulite, mettete una cucchiaiata di farcia e richiudete utilizzando le codine, o in assenza di esse (come nel nostro caso) con degli stuzzicadenti.
  • Ungete una teglia con un filo d’olio, e disponete gli involtini di sarde, ponendo tra un involtino e l’altro una foglia di alloro per separarli.
  • Irrorate con un filo d’olio, aggiungete il restante succo d’agrumi zuccherato e ponete sopra le briciole d’impasto rimaste.
  • Cuocete in forno a 180° per 10 minuti.

Note

Consigliamo di prepararle in anticipo, così che tutti i sapori si amalgamino per bene.

Servire a temperatura ambiente oppure leggermente tiepide.

You may also like

3 comments

edvige 25 Maggio 2013 - 12:58

Buonissime io le faccio con le alici (sardoni) perchè a casa mia non piacciono le sarde troppo grasse dicono……e bella ricetta brave buona fine settimana.

Reply
Artù 26 Maggio 2013 - 18:49

Mamma mia che spettacolo. Avete fatto benissimo a scegliere un piatto di pesce, apprezzo molto la ricetta e il genere. Profumatissima e deliziosa!!! grazie di cuore per aver partecipato.

vado a condividere su tutti i miei social….corro!!!

Reply
Laly 29 Maggio 2013 - 10:24

Splendide! Devono essere davvero deliziose! Complimenti! 😀

Reply

Leave a Comment

Valutazione ricetta




Questo sito usa i coockie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Speriamo tu sia d'accordo, ma puoi rifiutare o approfondire l'argomento. Accetto Approfondisco

Privacy & Cookies Policy