Babka al cioccolato

babka al cioccolato

La babka al cioccolato è un dolce tipico dei paesi dell’Europa orientale, ma ne esiste anche una versione tipica della tradizione pasquale ebraica, che è quella che oggi vi proponiamo.

Questa ricetta è stata ispirata dal blog Che dolce fai? dell’amica Marta. Questa è la ricetta che abbiamo scelto in occasione del mensile scambioricette delle Bloggalline.

La babka al cioccolato della tradizione ebraica ha un impasto simile ad una brioche e si presenta come una treccia farcita con cioccolato e frutta secca. La versione dell’Europa dell’Est, invece, spesso non ha alcun ripieno, ma viene solo ricoperta da una glassa alla vaniglia o al cioccolato e decorata con frutta secca o frutta candita.

staffetta in cucina

Le varianti del ripieno possono essere molteplici e vi potete sbizzarrire. Da un po’ di tempo speriamo di riuscire a prepararne una al pistacchio, ma purtroppo il tempo è quello che è.

Se vi piacciono le ricette mediorientali, nella nostra sezione Cucina internazionale ne trovate diverse: c’è il Tabulè libanese; la Babaganoush, una crema di melanzane che abbiamo accompagnato al pollo fritto; la Pita, un pane tipico; o il Pollo arrosto con clementine e finocchi.

Babka al cioccolato

Piatto Dessert
Preparazione 45 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 1 ora 29 minuti

Ingredienti

per l’impasto

  • 530 g farina 00
  • 150 g burro morbido
  • 100 g zucchero semolato
  • 3 uova
  • 4 g lievito disidratato (o 12g di lievito di birra)
  • 120 ml acqua tiepida
  • 1 buccia grattugiata di limone bio

per il ripieno

  • 130 g cioccolato fondente
  • 120 g burro
  • 100 g nocciole piemontesi
  • 50 g zucchero a velo
  • 30 g cacao amaro
  • 2 cucchiai zucchero semolato

per la glassa

  • 40 g miele d’acacia
  • 2 cucchiai liquore all’arancio (o di acqua di fiori d’arancio)
  • 2 cucchiai acqua

Istruzioni

  1. La sera prima, versate nella planetaria la farina, il lievito, la buccia grattugiata del limone, le uova, il burro a temperatura ambiente e l’acqua tiepida. Impastate per una decina di minuti. Se vi sembra troppo molliccio aggiungete ancora un po’ di farina fino a ottenere un impasto elastico ma morbido.
  2. Coprite con una pellicola l’impasto e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 1 ora. Poi mettete in frigo per tutta la notte.
  3. La mattina, prima di tutto preparate il ripieno sciogliendo a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro. A fuoco spento aggiungete lo zucchero a velo e il cacao amaro.
  4. Mentre la crema si raffredda, frantumate le nocciole.
  5. Riprendete l’impasto e dividetelo a metà. Stendete le due metà in rettangoli di circa 30×40 cm.
  6. Spalmate bene la crema al cioccolato su entrambi i rettangoli e infine distribuite le nocciole tritate e un cucchiaio di zucchero semolato per rettangolo.
  7. Arrotolate ogni rotolo dal lato più lungo e tagliatelo a metà nel senso della lunghezza.
  8. Formate una treccia e disponetela in uno stampo da plumcake di 27×10 cm, foderato con carta forno bagnata e strizzata.
  9. Lasciate lievitare per 1 ora e poi infornate a 190° in forno statico per 30-40 minuti ca.
  10. Alla fine preparate la glassa. Scaldate leggermente il miele con l’acqua e il liquore d’arancio, poi spennellate la superficie della treccia appena uscita dal forno.

Note

I tempi di cottura variano molto da forno a forno. Pertanto monitorate la cottura già a partire dalla mezz’ora. E, mi raccomando, fate sempre la prova stecchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.