Croissant veloci

staffetta in cucina

Questi deliziosi e burrosissimi croissant sono stati preparati con la ricetta di Philippe Conticini tratta dal blog That’s amore dell’amica, bloggallina e corregionale Chiara Selenati, nostra abbinata per il periodico scambioricette.

Non fatevi trarre troppo in inganno dal termine veloci: è tutto relativo! Avendo provato a fare la sfoglia con la ricetta classica, che richiede ore e ore di lavoro (e tanta fatica), questa sfoglia è sicuramente rapida e di facile stesura, ma vi richiederà comunque una mattinata intera di lavoro. Al primo morso, però, vi renderete conto che ne è valsa la pena.

Questi croissant sono buonissimi, ben sfogliati e dal delizioso aroma di burro. Con questa dose vi verranno una ventina di croissant. Dato che andrebbero mangiati ancora tiepidi, è inutile cuocerne in abbondanza e poi lasciarli ad indurire. Il nostro consiglio è quindi quello di congelarne una parte.

Per un risultato ottimale, è opportuno che vengano congelati subito dopo aver dato loro la forma (quindi prima dell’ultima lievitazione). Nel momento in cui volete scongelarli, estraeteli dal freezer e teneteli a temperatura ambiente per 3 ore circa, oppure metteteli in frigo la sera prima per infornarli la mattina successiva.

staffetta in cucina

staffetta in cucina

Print Recipe
Croissant veloci
Piatto Dessert
Cucina Italian
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 18 minuti ca.
Tempo Passivo 3-4 ore
Porzioni
20 croissant circa
Ingredienti
  • 500 g farina 00
  • 375 g burro
  • 95 g zucchero semolato
  • 20 g lievito di birra
  • 125 ml latte intero
  • 125 ml acqua
  • 12 g sale fino
  • 1 tuorlo d'uovo
  • granella di zucchero
Piatto Dessert
Cucina Italian
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 18 minuti ca.
Tempo Passivo 3-4 ore
Porzioni
20 croissant circa
Ingredienti
  • 500 g farina 00
  • 375 g burro
  • 95 g zucchero semolato
  • 20 g lievito di birra
  • 125 ml latte intero
  • 125 ml acqua
  • 12 g sale fino
  • 1 tuorlo d'uovo
  • granella di zucchero
Istruzioni
  1. Nella planetaria mescolate con la foglia il burro freddo e tagliato a pezzetti con lo zucchero, il sale e la farina, fino ad ottenere una sabbia sottile ed omogenea.
  2. Sciogliete il lievito nel latte e l’acqua appena tiepidi (24°C). Versate questo liquido sulla farina, poco a poco, senza lavorare troppo l’impasto.
  3. Trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata e formate un quadrato, avvolgetelo nella pellicola alimentare e mettete in frigorifero per 30-60 minuti.
  4. Passato questo tempo, stendete l’impasto facendo un rettangolo di circa 40-45 cm di lunghezza, 15 cm di larghezza e circa 1 cm di spessore.
  5. A questo punto fate le pieghe a libro, portando cioè il terzo inferiore verso l’alto e il terzo superiore su quello inferiore. Avvolgete l’impasto nella pellicola alimentare e lasciate a riposare in frigo per 10 minuti.
  6. Ripetete quest’operazione per altre 4 volte, facendo attenzione a posizionare ogni volta l’apertura alla vostra destra e stendendo l’impasto sempre nel senso dell’altezza. Lasciate riposare l’impasto in frigorifero per 10 minuti dopo ogni piega.
  7. Dopo la 5° piega, avvolgete l’impasto nella pellicola alimentare, e mettete in frigo per 1 ora.
  8. Stendete un’ultima volta l’impasto in un rettangolo di 15 cm di larghezza e 5 mm di spessore; più o meno otterrete una fascia lunga circa 1 metro.
  9. Con un coltello ben affilato o una rotella ritagliate dei triangoli di 15 cm di lunghezza e 10 cm alla base. Allungate un pochino l’impasto tirando dalla parte della punta e arrotolate i croissant partendo dalla base.
  10. Sistemate i croissant su una teglia ricoperta di carta forno facendo attenzione che la punta si trovi sotto il croissant (così non si apriranno in cottura) e lasciateli lievitare a temperatura ambiente per 1 ora – 1 ora e mezza.
  11. Una volta lievitati, spennellateli con il tuorlo d’uovo e ricopriteli con una generosa manciata di zucchero in granella.
  12. Cuocete nel forno caldo a 170°C per circa 18-20 minuti e servite ancora tiepidi.

staffetta in cucina

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *