Vellutata di cavolfiore

vellutata di cavolfiore

La vellutata di cavolfiore nasce come ricetta del riciclo, più leggera rispetto a quelle delle festività natalizie. È davvero perfetta se avete del cavolfiore lesso di cui non sapete bene cosa fare. Il procedimento, poi, potete applicarlo a tutte le verdure che preferite: broccoli, zucchine, patate e porri.

Le dosi per preparare questa rapidissima vellutata di cavolfiore sono facili: metà purea di cavolfiore o di altre verdure, un quarto di brodo vegetale e un quarto di panna o latte.

Se volete ottenere delle vellutate light, eliminate ovviamente la panna o il latte e sostituiteli con il brodo. Per legare la vellutata aggiungete più purea di verdure, come abbiamo fatto nella Vellutata di zucchine.

Potete poi decidere di mangiare la vellutata così com’è, oppure di guarnirla con crostini di pane. Visto che era il nostro piatto principale, abbiamo optato per qualche pezzetto di bacon croccante e un po’ di cipolla stufata che ci era avanzata. Il risultato è stato davvero ottimo!

Per gli amanti di questi piatti, vi è tutta la sezione Zuppe & Minestre dove potete trovare ispirazione: la sopracitata Vellutata di zucchine, la Zuppa di fagioli, il Chili messicano.

Vellutata di cavolfiore con bacon croccante

Piatto Fundamentals
Cucina Italian
Preparazione 40 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 1 ora 10 minuti
Porzioni 4 porzioni

Ingredienti

  • 600 g cavolfiore lessato
  • 300 g panna fresca
  • 40 g burro
  • 10 g farina
  • 1 cipolla di Tropea
  • 2 carote
  • olio EVO
  • timo
  • guanciale o pancetta

Istruzioni

  1. Portate a bollore dell’acqua salata e lessate le cimette dei cavolfiori per 15 minuti. Una volta terminata la cottura delle cimette, conservate l’acqua, aggiungete mezza cipolla e 2 carote e lasciate sul fuoco: in questo modo otterrete dell’ottimo brodo vegetale.
  2. Le cimette vanno passate al mixer con un po’ di acqua di cottura finché non avrete una crema omogenea.
  3. Intanto sciogliete a fuoco basso il burro in una casseruola, e aggiungete la farina a poco a poco e mescolando rapidamente con una frusta perché non si formino grumi. Avrete preparato così il roux, la base di vellutate, salse e besciamella.
  4. Al roux aggiungete 300 g di brodo (stesso peso della panna) e fate restringere un po’. Infine aggiungete la panna e la purea di cavolfiore.
  5. Contemporaneamente tagliate a fette non troppo sottili l’altra metà della cipolla e fatele stufare per almeno 5 minuti in una padella con un cucchiaio d’olio e mezzo bicchiere d’acqua; profumate con del timo e togliete dal fuoco.
  6. All’ultimo momento rosolate la pancetta o il guanciale tagliati a fette finché non saranno belle croccanti.
  7. Versate la vellutata nelle cocottine, ponete al centro alcune fette di pancetta e intorno quelle di cipolla. Servite ben caldo.

11 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.